Storia2017-07-18T13:46:51+00:00

Lavoriamo da 50 anni per l’investimento sulla professionalità dei medici, la ricerca e l’assistenza diretta ai piccoli malati in ospedale.

Il Fondo Tumori e Leucemie del Bambino è nato nel 1966 su iniziativa di alcuni genitori di bambini leucemici per far fronte alle esigenze di un gruppo di medici e di ricercatori che curavano con pochissimi mezzi i bambini affetti da leucemie e tumori presso la Clinica Pediatrica dell’Università di Genova.

Questa attività di alta specialità e con elevati rischi era iniziata alla fine del 1959 dopo che la Professoressa Luisa Massimo (Medaglia d’Oro della Repubblica Italiana) aveva partecipato a Parigi al primo Corso Internazionale di Oncologia Pediatrica. I risultati furono superiori a qualsiasi aspettativa; lunghe sopravvivenze, alcune guarigioni, miglioramento della qualità della vita. I bimbi continuavano ad arrivare da ogni parte d’Italia ma i costi dell’assistenza lievitavano.

Nel 1972 venne creata la IV Divisione di Pediatria – Ematologia e Oncologia Pediatrica dell’Istituto G.Gaslini (ora Unità Organizzativa Complessa di Ematologia ed Oncologia Pediatrica – clicca qui per informazioni), che si dedica alla cura dei tumori, delle leucemie e di altre gravi malattie del sangue dei bambini.

Il 10 luglio 1973, dopo alcuni anni di attività sperimentale, il “Fondo” si è costituito in Associazione, ed ora è ora riconosciuto ONLUS, istituzionalizzando con appropriata forma giuridica i propri obiettivi.

Dal 1990 è stata riconosciuta al Fondo Tumori l’attività di volontariato operativo, presso l’attuale Dipartimento, sottoscrivendo l’apposito regolamento emanato dall’Istituto Gaslini. I volontari garantiscono la loro presenza in giornate stabilite, in stretta collaborazione con il personale medico ed infermieristico.